Bambina nasce down: la famiglia chiede risarcimento di…

Non hanno diagnosticato la sindrome di down a un feto durante una gravidanza poi portata a termine. Ecco perché, secondo quanto stabilito da una sentenza della Corte di Cassazione, l’Unità locale socio sanitaria di Castelfranco Veneto (Treviso) e un medico dovranno ora risarcire una famiglia veneta.

Il fatto inedito, destinato a fare giurisprudenza, è che la Terza sezione civile della Suprema Corte ha stabilito che vanno risarciti non solo i genitori e i fratellini della piccola, ma anche la stessa bambina nata down, cui la sindrome non era stata diagnosticata per mancati esami durante la gravidanza.

n sostanza, la Corte di Cassazione ha riconosciuto il risarcimento anche alla persona che, all’atto dell’indagine medica ed errore diagnostico, era un feto. Genitori, figli e bimba down hanno chiesto un risarcimento del danno quantificato in un milione di euro.

Fonte: www.trevisotoday.it