Madrid: continuano le ricerche del bambino scomparso nel quartiere di Vicálvaro

Madrid quartiere Vicalvaro

BAMBINO SCOMPARSO MADRID – Lo scorso 24 settembre Gabriel, un bambino rumeno di 12 anni, è sparito nel quartiere di Madrid Vicálvaro. Per ritrovarlo l’Associazione Culturale Coordinatrice degli immigranti (AC-COIN), ha organizzato una manifestazione, guidata dal portavoce Martín Quiroz. In 300 si sono riuniti nella giornata del 3 ottobre, per protestare contro un probabile rapimento che getta nello sconforto e nella paura un intero quartiere: “Non c’è traccia della polizia, in qualunque momento può succedere qualcosa ai nostri bambini, che li mettano in una macchina e..” spiega preoccupata una delle donne presenti. Per il 5 ottobre è stata indetta una manifestazione alle 6 del pomeriggio davanti alla sede municipale del quartiere: “Non andiamo contro nessuno, ma non si sta cercando il bambino”, ha dichiarato il portavoce Quiroz. Durante la manifestazione Mirabela, la mamma del bambino scomparso, è stata colta da malore, mentre il padre Gigi ha organizzato col comitato dei vicini una ricerca che si è tenuta a partire dalle 9 della mattina del 4 ottobre, partendo dal collegio di monache che il minore frequentava. La polizia ha raccolto campioni di DNA del bambino, in quello che secondo un portavoce è: “Un esercizio di routine per comparare i dati con quelli della banca dati delle persone scomparse”. Non è stato più menzionato, né dagli agenti né dai familiari, l’evento che ha preceduto la sparizione, ovvero la rissa che il bambino avrebbe avuto con alcuni compagni, poi sfociata in un litigio fra adulti. Alle lamentele dei capogruppo dell’organizzazione di vicini riguardo il mancato intervento delle autorità, il consigliere comunale del distretto di Vicálvaro, Carmen Torralba González, si è avvicinata al parco dove questi erano radunati per rispondere alle loro domande. Per ora la polizia non ritiene ci siano motivazioni criminali alla base della scomparsa del minore, specie dopo aver raccolto le dichiarazioni dei familiari più stretti e degli amici; nessuno inoltre avrebbe contattato la famiglia per chiedere un riscatto. Francisco Javier Barroso ha informato che secondo gli investigatori il piccolo potrebbe aver avuto un incidente, anche se ribadisce che non è stato ancora trovato alcun indizio a conferma di tale tesi.

Sveva Valenti