Madrid: riduzioni di orari del servizio della Metropolitana

Il servizio Metro di Madrid cambia orario e riduce della metà i treni di tutte le linee, a partire dalle undici di sera. Questa misura presuppone il passaggio da 14 a 7 treni nella linea uno (celeste) e da 7 a 3 treni nella circolare, la linea 6. In questo modo gli orari di attesa nelle ore notturne saranno raddoppiati. La stessa compagnia ha dichiarato che si tratta di una riduzione del 6% del servizio globale, che si concentra soprattutto nelle ore di meno afflusso di persone, e si deve a una diminuzione della domanda, caduta del 12% dal 2007, secondo quanto riportano le cifre ufficiali. Tali numeri si spiegano con il recente aumento delle tariffe, il più alto nell’ultimo decennio, corrispondente a un 11% in più a maggio e un altro 2% a settembre.

A livello pratico questa diminuzione di corse comporta l’anticipo di un’ora del taglio del servizio, che prima era stabilito per la mezzanotte. La chiusura anticipata riguarderà le giornate comprese tra domenica e mercoledì.
Da mesi l’impresa Metro Madrid ha intenzione di anticipare l’orario di interruzione del servizio, dalle due di notte a mezzanotte, anche se non è ancora stata stabilita una data per l’entrata in vigore di questi nuovi orari. Il portavoce di Metro assicura però che tali tagli non hanno niente a che fare con la questione della riduzione di orario.

I sindacati hanno denunciato il provvedimento, annunciando nuove manifestazioni a partire dal 22 ottobre. Nei giorni 22, 26 e 29 ottobre dunque, il servizio verrà parzialmente sospeso nelle linee Metro e EMT. Con questi cambiamenti Madrid si differenzia negativamente dalle altre capitali europee e non: a Londra l’orario di funzionamento della metropolitana va dalle cinque della mattina alla mezzanotte; a Parigi, le notti del venerdì e del sabato la chiusura è alle due e quindici. Sempre più lontano sembra il modello americano: a New York il servizio metro è garantito 24 ore su 24.

Sveva Valenti