Presidenziali USA: Mitt Romney sempre più sopra Obama.Quattro punti di distacco

Dibattito in tv Mitt Romney Barack Obama (Getty Images)

USA: ROMNEY DI QUATTRO PUNTI SOPRA OBAMA – Novembre si avvicina sempre di più e negli Stati Uniti la corsa per le elezioni presidenziali si fa via via più frenetica e pressante. La scorsa settimana il primo dibattito tv che ha messo a confronto il candidato repubblicano Mitt Romney e quello democratico Barack Obama, sembra aver pesantemente condizionato l’approccio al voto di molti elettori e sembra averlo fatto in maniera inaspettata. dato che è stato il conservatore ad accaparrarsi più consensi con il discorso fatto alla televisione.

E’ pur vero che Obama deve necessariamente fare i conti con i risultati ottenuti dalla propria amministrazione, trovatasi a governare nel pieno della crisi economica globale, ma l’avanzata di Romney nei sondaggi è quasi impressionante e mette di fronte ad un dato di fatto, la svolta a destra, che deve far riflettere.

L’ultima ricerca in ordine di tempo è quella svolta dal Pew Research Center, il quale con un sondaggio nuovo di zecca ha attestato che, successivamente al grande confronto televisivo, il sistema di assegnazione delle preferenze da parte dei votanti si è sbilanciato in maniera considerevole a favore di Romney, il quale sarebbe ora addirittura quattro punti sopra il suo avversario.

A stupire è soprattutto il target che il conservatore è riuscito a raggiungere e pare che sia stato in grado di portare dalla sua parte una fetta dell’elettorato femminile e un’altra dell’elettorato giovanile, categorie entrambe che tradizionalmente sono intercettate dai democratici e su cui Obama in particolare ha sempre lavorato molto.

Le aree politiche su cui Romney è risultato vincente sono, ovviamente, quelle relative alla sfera d’influenza del suo partito, in primis l’economia e la creazione di posti di lavoro. Oltre a questo elemento fondamentale, il quale interessa ogni categoria di cittadino americano, secondo il Pew, l’ex governatore del Massachusetts avrebbe conquistato punti anche parlando di sistema sanitario (Medicare su tutti) e di politica estera. In queste aree, dall’inizio della campagna aree forti per Obama, Romney ha saputo recuperare e ridurre il gap esistente.

Quanto poi gli effetti del dibattito dureranno e determineranno le reali scelte dell’elettorato è tutto da vedere.

 

Redazione online