Palermo: sorelle aggredite nell’androne di un palazzo, una muore

RAGAZZA UCCISA PALERMO – Rincasava da scuola insieme alla sorella maggiore e sono state entrambe aggredite a coltellate nell’androne del palazzo in cui vivevano. Così ha trovato la morte Carmela Petrucci, di 17 anni, oggi nel primo pomeriggio, a Palermo. La sorella maggiore, Lucia, di un anno più grande, è rimasta ferita in modo grave ma, trasportata in codice rosso all’Ospedale “Vincenzo Cervello”, sarebbe fuori pericolo di vita.

La polizia è intervenuta dopo la segnalazione di una lite in via Uditore, dove le due abitavano e si sarebbe messa subito sulle tracce dell’aggressore, grazie anche alla testimonianza della sorella sopravvissuta. Si tratterebbe di un giovane che le due frequentavano a scuola, nello specifico di un ex fidanzato della sorella maggiore, un ventenne.

A dare l’allarme, un dipendente del supermercato attiguo al palazzo dove abitavano le due sorelle Petrucci. “Appena siamo arrivati davanti al portone abbiamo visto le ragazze in una pozza di sangue. Subito abbiamo chiamato la polizia e il 118”, ha dichiarato il giovane, che ha precisato anche che al momento dell’aggressione in casa era presente solo il fratello delle vittime.

Poco dopo la polizia ha arrestato l’assassino di Carmela Petrucci. Si tratta di un 22enne, ex fidanzato della sorella della vittima, Lucia. Il giovane è stato catturato nella stazione di Bagheria. Le forze dell’ordine l’hanno rintracciato dal segnale del cellulare.

Redazione Online