Vaticano: oggi seconda parte del processo Vatileaks

Vaticano (Getty Images)

PROCESSO VATILEAKS – Previsto per oggi il secondo e probabilmente ultimo processo vaticano relativo alla fuga di documenti top secret dalla Santa Sede. La vicenda, denominata Vatileaks, si incentra, dopo la condanna del maggiordomo del Papa, Paolo Gabriele, sul tecnico informatico della segreteria di Stato, Claudio Sciarpelletti.

Sciarpelletti era stato arrestato in Vaticano per una sola notte il 25 maggio, due giorni dopo l’arresto di Gabriele. La notizia non era però trapelata sino allo scorso 13 agosto, momento del rinvio a giudizio dei due indagati. Sciarpelletti è imputato per favoreggiamento.
Il portavoce vaticano Federico Lombardi ha sottolineato che Sciarpelletti ha avuto un ruolo minore nella vicenda. Infatti secondo quanto spiegato dal legale dell’informatico, Gianluca Benedetti, era stato trovato in possesso di una busta con alcuni documenti “non riservati“, ossia una “corrispondenza mail” e un “libello inqualificabile”. Inizialmente l’uomo aveva affermato che la busta gli era stata consegnata dal maggiordomo del Papa, poi ha rettificato dicendo che gli era invece stata consegnata da un monsignore con lo scopo di farla recapitarla a Paolo Gabriele.

Al processo di oggi sono previsti cinque testimoni: lo stesso maggiordomo del Papa, Paolo Gabriele, il vicecomandante della Guardia svizzera, William Kloter, il comandante della gendarmeria vaticana, Domenico Giani e il gendarme Gauzzi Broccoletti. A testimniare infine anche mons. Carlo Polvani, responsabile informazione della segreteria di Stato vaticana.

Redazione online

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan