Antonio Di Pietro: l’Idv resisterà alle calunnie

Antonio di Pietro (Getty Images)

Il leader dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, in un’intervista al settimanale “Left” in edicola domani esce allo scoperto sulle questioni che riguardano la crisi interna al suo movimento politico, scagliandosi apertamente contro gli ormai ex alleati del Partito Democratico e affermando che “il mandante è quella parte del Pd che ha deciso di chiudere l’accordo con l’Udc.

Di questa storia rischia di essere vittima lo stesso Bersani”, perché “l’Udc, liberandosi dell’Idv, sa che diventa indispensabile per governare”. Il segretario dell’Idv va poi oltre e denuncia “’il modo criminale della disinformazione, finalizzata a fare in modo che il nostro partito non superi la soglia per entrare in Parlamento e venga messo da parte”. Il riferimento è alle voci insistenti sulle sue proprietà immobiliari, denunciate anche dalla trasmissione di Raitre “Report”: “Mi dispiace che siano caduti in errore anche delle persone che io ancora oggi rispetto, come Milena Gabanelli”.

Di Pietro punta il dito contro quello che ritiene “un progetto mistificante, che risolve con l’olio di ricino un problema che bisognava affrontare politicamente: come il centrosinistra vuole presentarsi alle prossime elezioni. Perché nel centrosinistra il Pd ha due anime. Una centrista e una riformista”.

Intanto oggi, sul suo blog, Antonio Di Pietro ha manifestato le sue remore rispetto a una possibile campagna diffamatoria nei suoi confronti: “Spero di essere un cattivo profeta, ma temo che le calunnie sul mio conto, diffuse in questi ultimi giorni, siano solo l’inizio. Non ci vuole molto, in fondo”.

 

Redazione Online