Bankitalia: a settembre sale ancora il debito pubblico

La sede della Banca d'Italia a via Nazionale a Roma

BANKITALIA DEBITO PUBBLICO – Il debito pubblico italiano continua a salire. Secondo quanto riportato dalla Banca d’Italia, nel mese di settembre il debito è aumentato di 19,5 miliardi rispetto al mese di agosto. Il nuovo record raggiunto è di 1.995,1 miliardi di euro.

Questo incremento rispecchia, stando a quanto riferisce Bankitalia, il fabbisogno dello Stato per il mese di settembre (11,6 miliardi) e l’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro, detenute presso la Banca d’Italia e in impieghi della liquidità (8,6 miliardi).

Nei primi nove mesi del 2012 il debito pubblico è aumentato di 88,4 miliardi. Un aumento che è dovuto al fabbisogno delle amministrazioni pubbliche (61,9 miliardi), all’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (21,7 miliardi) e all’emissione di titoli sotto la pari (5,2 miliardi). Va poi sottolineato che in questo periodo il fabbisogno delle amministrazioni pubbliche è stato superiore di 0,9 miliardi a quello dei primi nove mesi del 2011 (61 miliardi). Tuttavia il fabbisogno del 2012 sarebbe in linea con quello del 2011.

Le spese per mandare avanti lo Stato rimangono pertanto costanti, sono invece gli esborsi dell’Italia per i meccanismi di solidarietà all’interno della zona euro, come il Fondo Salva Stati, a far salire il nostro debito pubblico e di fatto annullare gli effetti delle manovre economiche del governo.

Nel 2011 l’Italia ha versato 5 miliardi di euro a favore del piano di salvataggio della Grecia. Somma a cui vanno aggiunte le quote di competenza che il nostro Paese ha dovuto versare per i prestiti del fondo Salva Stati Efsf (European financial stability facility, che dal 2013 sarà sostituto dal fondo permanente Esm, il Meccanismo europeo di stabilità): 2,2 miliardi di euro nel 2011 e 17,1 miliardi di euro nel 2012. Inoltre occorre tener conto delle misure sulla Tesoreria unica, che nel 2012 hanno portato al versamento da parte degli enti decentrati di 9,0 miliardi nella Tesoreria centrale.

Redazione online

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan