Confronto Centrosinistra, Vendola: “Il mio governo avrà una composizione per metà di uomini e per metà di donne”

Nicola Vendola (getty Images)

PRIMARIE CENTROSINISTRA PAROLA A VENDOLA – Questa sera, al Teatro della Luna di Assago, si è svolto il confronto tra i candidati alle primarie del centrosinistra. Ecco alcuni passaggi degli interventi del Governatore della Regione Puglia Nichi Vendola: “La mia coalizione va dal mondo del lavoro agli ambientalisti, prima di immaginare una coalizione politica serve un’alleanza con le nuove generazioni. Mettere il carro davanti ai buoi significa che stiamo prendendo in giro gli italiani. Non ho nessuno pregiudizio su Casini ho un giudizio: faccio fatica a vederlo mio alleato. Così Nichi Vendola, in riferimento alle alleanze.

 

“Il mio governo- ha proseguito il leader di Sel” avrà una composizione per metà di uomini e per metà di donne, come ho fatto in Puglia”.

Alla domanda su chi voterebbe lui ha risposto così: “Una domanda cattiva, siamo alla crudeltà, perchè ho stima per i miei competitor”.

Sulla casta ha risposto così : “Dobbiamo risolvere il pasticcio delle Province, si è fatta mezza riforma con più danni che benefici. La causa del troppo denaro in politica è il costo eccessivo delle campagne elettorale, serve come in Francia un tetto massimo per le spese in ogni candidato. Non sono d’accordo all’abrogazione del finanziamento pubblico, che va diminuito, perchè ho paura di una politica finanziata solo dai ricchi.”

Sui diritti dei gay il leader di Sel ha detto che : “La Costituzione si è cambiata per una volgarità come il fiscal compact, si potrebbe fare per le unioni gay. La sinistra ha spesso sbagliato per massimalismo ma talvolta per minimalismo: è ora di chiedere diritti interi, anche l’adozione di un figlio”.

Redazione Online