Primarie centrosinistra: Bersani vince al fotofinish su Renzi. Vendola infiamma sui diritti civili

Matteo Renzi e Pier Luigi Bersani

 

 

PRIMARIE PD – Il confronto televisivo tra i cinque candidati alle primarie del Centrosinistra andato in onda ieri sera su Sky Tg24 si è concluso, secondo gli esperti di sondaggio politico, con un testa a testa tra Pier Luigi Bersani e Matteo Renzi, con un probabile lieve vantaggio del primo. Bersani è sembrato più lucido e deciso sull’argomento tasse e lotta ai privilegi della casta, mentre il sindaco fiorentino è risultato più efficace su Fiat, rigorma Fornero e lotta all’evasione fiscale.

Segue a breve distanza il governatore pugliese Nichi Vendola che infiamma la platea quando parla di diritti civili, mentre Bruno Tabacci ha speso sin troppi elogi per il segretario del Pd. Ultima “classificata” la consigliera veneta Laura Puppato, incapace di calibrare i suoi interventi nell’arco di un novanta secondi e commettendo qualche gaffe.

Secondo i dati dell’instant poll condotto dall’istituto Quorum in collaborazione con Repubblica.it Bersani vonce tra le donne (34% a 26% su Renzi), pareggio tra gli uomini (33% a 33%). Tra gli under 35 successo del sindaco di Firenze, che stacca Bersani 38% a 23%, con Vendola al 17%. Opposto il risultato tra gli over 55, con Bersani al 51% contro il 20% di Renzi. Secondo tali sondaggi una buona fetta dell’elettorato del Pd avrebbe cambiato idea per dirottare il proprio consenso vendo il sindaco ‘rottamatore’. Chi credeva in una facile vittoria di Bersani dovrà ricredersi.

 

Redazione

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan