Lione: Italia e Francia siglano il patto che dà il via libera alla TAV

Manifestazione No Tav (getty images)

ITALIA E FRANCIA FIRMANO PATTO SU TAV – Si è svolto oggi a Lione, una delle due città interessate dal progetto del treno ad alta velocità denominato TAV, un vertice tra il premier italiano Mario Monti e il presidente francese Francoise Hollande. I due leader, rispettivamente accompagnati da membri del proprio governo, hnno firmato un accordo con il quale si rende definitiva la scelta della costruzione del collegamento ad alta velocità tra la città francese e Torino.

I lavori di costruzione del contestatissimo treno dovranno iniziare, secondo quanto si legge in una nota firmata congiuntamente da Corrado Passera e dal suo corrispettivo d’oltralpe, Frederic Culliver, ad inizio 2014.

Il meeting tra autorità francesi e italiane non è ovviamente passato inosservato agli occhi dei contestatori e attivisti del movimento No Tav, i quali da anni si oppongono al progetto della Torino-Lione considerando il cantiere dannoso per il territorio e le comunità di persone che lo vivono, nonché il piano eccessivamente dispendioso se si considera lo stato attuale della finanza pubblica.

I No Tav hanno raggiunto Lione dalla Val di Susa a bordo di sei autobus. Le autorità hanno intercettato gli attivisti ed hanno svolto dei meticolosi controlli alla frontiera. I pullman sono stati lasciati proseguire, ma numerosi sono stati anche i controlli successivi alla dogana, con i quali i No Tav sono stati fermati anche una volta giunti a Lione. Nella città francese, i valsusini hanno reso note le proprie ragioni ed esplicitato la protesta contro il vertice.

 

Redazione online