Pozzuoli: sequestrata la ‘Bomba dei Maya’, il fuoco di artificio di quest’anno

Guardia di Finanza

Dopo “O Sprèd” del 2011, ecco la “Boma dei Maya”, il fuoco di artificio per salutare con il botto la fine del 2012. L’hanno scoperta in un capannone di Pozzuoli gli agenti della Guardia di Finanza, durante un’ispezione che ha portato alla scoperta di una fabbrica clandestina di ordigni esplosivi.

La “Bomba dei Maya” è un ordigno pericolosissimo, del peso di circa 2 chilogrammi e capace di provocare gravissimi danni nel raggio di 50 metri in caso di esplosione. Una vera e propria bomba dunque, piuttosto che un “botto di capodanno”.

Le fiamme gialle hanno sequestrato nel laboratorio clandestino altri “botti”, tra i 500 grammi e i due chili di peso, 13 chili di polvere da sparo e altro materiale impiegato per il confezionamento di ordigni.

Il capannone dove era nascosta la fabbrica di botti è un opificio, utilizzato in estate per l’essiccazione e il confezionamento di stupefacenti. A confermare tale impiego è stato il ritrovamento sul pavimento di tracce di marijuana. Nel corso della perquisizione gli agenti della Guardia di Finanza hanno trovato anche due chilogrammi di marijuana già essiccata e pronta per essere immessa sul mercato.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan