8 dicembre 2012: 32 anni senza John Lennon

John Lennon (getty images)

Moriva esattamente 32 anni fa John Lennon, musicista dei Beatles e icona giovanile degli anni Sessanta e Settanta. L’autore di Imagine, canzone emblema dell’utopia e dell’impegno civile per migliaia di giovani e meno giovani di tutto il mondo, veniva ucciso l’8 dicembre del 1980 a New York per mano di Mark David Chapman.

L’omicidio di Lennon, frutto dell’attitudine maniacale e ossessiva di Chapman, suo fedelissimo fan, arrivò a pochi giorni dalla pubblicazione dell’ultimo lavoro discografico dell’artista, Double Fantasy. Si era nel periodo newyorkese della carriera di Lennon, ormai lontano dai compagni della band di Liverpool con i quali era divenuto celebre.

Di Lennon, oltre alla già citata Imagine e a Double Fantasy, vanno ricordati i capolavori del White Album e di Abbey Road con i Beatles e, da solista, Some Time in New York City e Rock’n’Roll.

La sua figura viene ricordata, oltre che per il contributo reso al mondo della musica, per l’attivismo di cui si è reso partecipe a livello politico. Da ricordare, sotto questo punto di vista, è l’avversione del governo statunitense presieduto da Nixon nei confronti dell’artista e la conseguente decisione di negare a lui e a Yoko Ono il permesso di soggiorno in America.

A John Lennon, dopo la morte, furono resi numerosissimi tributi. Uno di questi è l’intestazione dello scalo aeroportuale della città di Liverpool, denominato nel 2002 John Lennon Airport.

 

Redazione online