In aumento il prezzo della benzina, verde a 1,797 euro al litro

Pompa benzina

BENZINA AUMENTO – Da giorni il prezzo della benzina era soggetto a continue oscillazioni ma da stamane il prezzo dei carburanti alla pompa è definitivamente salito di 0,1 centesimi. Secondo quanto appreso da ‘Staffetta Quotidiana‘ gli aumenti delle medie ponderate nazionali dei prezzi in modalità servito, vedono la benzina a 1,797 euro al litro (+0,1 centesimi) e il diesel a 1,755 euro (+0,1 centesimi).

Stamane hanno ritoccato i listini Ip e Shell. Per la prima il rialzo è di 0,5 centesimi al litro su entrambi i prodotti, mentre invece per la seconda si registra un aumento di 1,5 centesimi sia sulla benzina che sul diesel.

Intanto è previsto un incontro tra benzinai e compagnie petrolifere. Stamane il sottosegretario dello Sviluppo economico, Claudio De Vincenti, a ‘L’Economia prima di tutto’ su Radio1 Rai, ha spiegato: “Ci sarà un nuovo incontro tra le compagnie petrolifere e le sigle dei benzinai dopo le feste. Lavoriamo sui margini dei gestori. Intanto il Governo apprezza il ritiro dello sciopero e delle agitazioni programmate per il periodo natalizio da parte delle sigle sindacali dei gestori”.“La tassazione della benzina è molto elevata in tutti i paesi, il nostro in particolare ma teniamo conto che l’aumento delle accise è una voce su cui si è inciso, anche per finanziare cose importanti come, nel giugno scorso, gli interventi in favore dei terremotati dell’emilia romagna. Quindi attenzione alle polemiche sul prezzo della benzina, perché certe volte sono sbagliate. Piuttosto – ha spiegato – bisogna ridurre il prezzo al netto delle imposte, che rimane più alto che in altri paesi europei per inefficienze della rete distributiva e per una carenza di concorrenza. Se incidiamo su questi aspetti il prezzo può tornare in linea con la media europea“.

Redazione online

direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan