Monti si è dimesso, da domani le consultazioni

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in compagnia del premier Mario Monti (Foto ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Poco fa, il presidente del Consiglio, Mario Monti, si è recato al Quirinale per rassegnare le dimissioni secondo quanto già affermato da alcune fonti governative nelle scorse ore.

A renderlo noto, il Segretario generale della Presidenza della Repubblica, Donato Marra, al termine dell’incontro tra il Capo dello Stato e il Presidente del Consiglio: “Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha ricevuto oggi alle ore 19.00 al Palazzo del Quirinale il Presidente del Consiglio dei Ministri, senatore Mario Monti, il quale, essendosi concluso l’iter parlamentare di esame e di approvazione della legge di stabilità e del bilancio di previsione dello Stato, ha rassegnato le dimissioni del governo da lui presieduto, già preannunciate come irrevocabili secondo quanto risulta dal comunicato diramato dal Quirinale l’8 dicembre scorso. ha preso atto delle dimissioni e ha invitato il governo a rimanere in carica per il disbrigo degli affari correnti. Il Capo dello Stato consulterà i Presidenti dei gruppi parlamentari nella giornata di domani”.

Le dimissioni di Monti già annunciate da giorni si sono dunque concretizzate oggi nel corso di un colloquio ufficiale con il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. In precedenza, Mario Monti, intervendo alla conferenza degli ambasciatori aveva detto: “Ho apprezzato che la crescita sia stata intesa non soltanto in termini economici, ma anche di aumento dell’autorevolezza e credibilità dell’Italia nello scenario internazionale, fattori che si riverberano sul brand Italia con ricadute economiche importanti”.

Per gli sviluppi relativi allo scenario politico che si va delineando in vista delle elezioni del 2013 invece, bisognerà con tutta probabilità attendere la conferenza stampa di fine anno che Monti terrà tra due giorni. In quell’occasione probabilmente il tecnico renderà esplicite le sue intenzioni in merito ad un’eventuale candidatura.

 

Redazione online