Casini: agenda Monti con un “surplus di solidarietà e socialità”

Pier Ferdinando Casini (Getty Images)

Ha chiarito alcuni dei punti rimasti poco chiari in relazione alla candidatura di Mario Monti e alle modalità di partecipazione alla prossima competizione elettorale della coalizione centrista Pier Ferdinando Casini. Parlando oggi il leader dell’Udc, partito che assieme a Italia Futura e Fli compone il gruppo di centro che si presenterà unito alle politiche 2013, ha fatto sapere che la coalizione accetta l’agenda proposta dal tecnico presidente del Consiglio dimissionario e che intende integrarla in alcuni punti.

“Integreremo l’agenda Monti con elementi di solidarietà, socialità e famiglia”, ha detto Casini, specificando che è intenzione del suo partito apportare un contributo a quanto proposto dall’ex premier. ” Noi porteremo un surplus di solidarietà e socialità, le famiglie italiane devono fare più figli e oggi chi ha tanti figli viene considerato come un eroe. Il governo in carica sulla famiglia ha risposto in modo corretto ma ora si deve continuare su quella strada”.

Casini ha specificato che, per quanto riguarda i singoli candidati, ogni partito della coalizione provvederà a scegliere i propri. “I candidati dell’Udc li sceglierà l’Udc, così come Italia Futura e Fli sceglieranno i propri. Noi ci sottoporremo al vaglio di Bondi sulla base dei criteri che saranno stabiliti dal presidente del Consiglio e saremo lieti di farlo”.

In linea di massima Casini si è dimostrato fiducioso in relazione agli sviluppi futuri ed ha espresso la sua gratitudine nei confronti di Monti che ha scelto di avvicinarsi alla coalizione. Ottimismo è stato esplicitato anche dallo stesso Monti che, in vacanza a Venezia con la sua famiglia, ha detto: “Spero che il 2013 sia come questa stupenda giornata di Venezia”.

Intanto si placa anche la discussione con Corrado Passera, l’uscente ministro del governo Monti che, dopo la decisione presa dall’ex rettore della Bocconi ha fatto sapere di non essere intenzionato a schierarsi con la coalizione centrista. Casini ha detto che il rapporto di amicizia con Passera non è in discussione nonostante le divergenze politiche del caso.

 

Redazione online