Egitto: accolto il ricorso di Mubarak, ha diritto ad un nuovo processo

Sostenitori di Hosni Mubarak festeggiano la decisione della Corte di Cassazione di far ripetere il processo all'ex presidente (Foto: KHALED DESOUKI/AFP/Getty Images)

Successo per l’ex presidente egiziano Hosni Mubarak, destituito circa due anni fa, l’11 febbraio 2011, in seguito alla rivoluzione di Piazza Tahrir. La Corte di Cassazione d’Egitto ha infatti accolto il suo ricorso contro il processo che lo scorso giugno, in primo grado, lo aveva condannato all’ergastolo per la brutale repressione della rivolta popolare.

La Corte di Cassazione ha stabilito che Mubarak deve essere sottoposto ad un nuovo processo.

La stessa decisione è stata presa nei confronti dell’ex ministro dell’Interno di Mubarak, Habib El Adly, che aveva fatto ricorso anche lui contro la condanna all’ergastolo.

Dovranno essere sottoposti nuovamente a giudizio sei ex generali del ministero dell’Interno, che in primo grado erano stati assolti. Inoltre, la Corte ha stabilito che sia rifatto il processo anche per i figli di Mubarak, Alaa e Gamal, per i reati di corruzione e abuso di potere. Lo stesso Mubarak dovrà essere nuovamente processato per corruzione, reato dal quale era stato assolto in primo grado.

Fuori della Corte si erano radunati i sostenitori dell’ex presidente egiziano, i quali alla lettura delle sentenza hanno esultato e gridato “Viva la giustizia”.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan