Caso Ilva: in serata riunione d’emergenza a Palazzo Chigi

Ilva di Taranto (Photo DONATO FASANO/AFP/Getty Images)

E’ stata annunciata poco fa da Antonio Catricalà, sottosegretario alla presidenza del Consiglio del dimissionario governo Monti, una riunione urgente all’interno della quale i presenti dovranno discutere in merito al caso dell’Ilva di Taranto. Il meeting si terrà alle 19.30 di oggi a Palazzo Chigi. Presenzieranno i ministri Anna Maria Cancellieri, Corrado Passera e Corrado Clini, ma anche rappresentanti dei sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil e dell’organizzazione degli industriali Confindustria, lo stesso Mario Monti e il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola.

La discussione ruoterà presumibilmente attorno alla problematica situazione che ancora vede Taranto in un impasse, con l’Ilva che continua ad essere stretta nella doppia morsa della Procura tarantina e del governo. Si vaglieranno quindi possibili soluzioni per superare l’attuale disaccordo e dissonanza d’intenti tra le due istituzioni, quella della magistratura e dell’esecutivo, e si tenterà, soprattutto di risolvere l’attuale problema del sequestro dei prodotti finiti e semilavorati.

Questi ultimi infatti sono al centro della diatriba tra la Procura e il governo, con quest’ultimo che aveva autorizzato, tramite l’approvazione del decreto salva-Ilva, il dissequestro dei materiali attualmente fermi e inutilizzabili e la magistratura irremovibile sulla decisione di lasciare i sigilli ai prodotti.

Il principale tra i problemi che si sono presentati negli ultimi giorni è quello sollevato dalla dirigenza dell’Ilva, la quale ha chiesto il dissequestro dei beni ed ha ammonito riguardo alla possibilità che, senza la possibilità di mettere a frutto il lavoro svolto, non possano essere pagati gli stipendi dei dipendenti.

 

Redazione online