Financial Times boccia Mario Monti: “Inadatto a guidare l’Italia”

Financial Times (Getty Images)

L’editoriale apparso oggi sul Financial Times e firmato da Wolfgang Munchau, dal titolo “Perché Monti non è l’uomo giusto per guidare l’Italia”, è destinato ad alimentare un aspro dibattito proprio nelle settimane più calde della campagna elettorale. L’editorialista ha accusato innanzitutto Monti di aver introdotto, nel corso del suo mandato di governo, “riforme strutturali modeste”, riuscendo invece in un unico obiettivo: “aumentare le tasse”. Munchau sottolinea anche che il calo dello spread, come molti italiani “sanno, è legato a un altro Mario, a Draghi”.

Il Financial Times critica anche il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, che dopo aver sostenuto le politiche di austerità, adesso tenta di prenderne le distanze, ma gli da maggiori possibilità di “successo”, grazie ai rapporti che potrebbe tessere con il presidente francese, François Hollande. Munchau accusa Monti di non aver saputo far notare alla cancelliera tedesca, Angela Merkel, “che l’impegno per la moneta unica sarebbe dovuto dipendere dall’unione bancaria”.

Positivo, invece, il giudizio sulla campagna elettorale di Silvio Berlusconi: “Fino ad ora la campagna dell’ex primo ministro è stata positiva. Ha lanciato un messaggio anti-austerità cui è sensibile l’elettorato deluso. E ha inoltre continuato a criticare la Germania per la sua riluttanza ad accettare gli eurobond e a permettere che la Bce acquistasse bond italiani incondizionatamente”.

All’editoriale del Financial Times risponde proprio il premier Mario Monti: “Non me l’aspettavo dal Financial Time ma da Wolfgang Munchau sì, uno specifico editorialista che ha una vecchia polemica con Merkel e vorrebbe che tutti dessero colpi d’ariete per far saltare l’eurozona. Senza il nostro risanamento in tempi così brevi e la nostra azione di spinta per lo scudo anti-spread anche la Bce non avrebbe potuto fare il molto che poi ha fatto”.

Ospite di Sky Tg24, Massimo D’Alema dice di concordare con il Financial Times “quando dice che Monti non è l’uomo adatto a guidare il Paese, che oggi ha bisogno di politica, di qualcuno che condivida i sentimenti dei cittadini”, aggiungendo poi: “Bersani ha detto che Monti ci appare come un professore che ci guarda dall’alto. Nessuno vuole cancellare i suoi meriti, ma abbiamo bisogno di un leader che sia vicino alla gente”.

 

Redazione online