Algeria: altro attentato a sito petrolifero. Due morti

In Amenas (Getty Images)
Sito petrolifero algerino (Getty Images)

Dopo i fatti tragici di In Amenas, il sito petrolifero algerino in cui alcuni islamisti hanno fatto prigionieri numerosi ostaggi occidentali e dove, negli sforzi di liberazione, sono rimaste uccise numerose persone, oggi, sempre in Algeria, un nuovo attacco è stato sferrato in un luogo dove si estrae petrolio.

La regione interessata è quella di Djebahia, situata nell’Algeria orientale. Qui, secondo quanto riferito dalla stampa internazionale, un commando di miliziani anch’essi affiliati ad organizzazioni jihadiste ha sferrato un colpo nel corso del quale sono rimaste uccise due persone.

La vicenda di Djebahia è sicuramente di dimensioni molto ridotte rispetto a quella di In Amenas, dato che i decessi registrati sono solamente due per il momento e pare che i paramilitari non abbiano la stessa forza dimostrata presso l’altro sito petrolifero.

Preoccupa però il proliferare di queste azioni da parte di islamisti, anche considerata la situazione complessa in cui, con il conflitto in Mali, sta attraversando il continente africano.

 

Redazione online