Caso Pomigliano: Fornero appoggia i lavoratori e invita al dialogo ma non interviene

Elsa Fornero (GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images)

Si è espressa in relazione al caso di Pomigliano d’Arco il ministro del Lavoro dimissionario, Elsa Fornero, e, per una volta, ha preso posizione in linea con le richieste dei lavoratori. Il caso è quello relativo al reintegro di 19 operai nello stabilimento Fiat in provincia di Napoli, un reintegro ordinato alla dirigenza dell’azienda torinese dalla corte d’appello, ma non ancora assicurato. Ieri infatti i lavoratori, recandosi presso i cancelli dello stabile per farsi assegnare una nuova mansione, si sono visti riferire che potevano tornare a casa. Lo stipendio gli sarebbe stato comunque erogato, ma non era disponibile alcun posto per lavorare in azienda, al momento.

Il ministro Fornero ha commentato a più riprese quanto accaduto a Pomigliano e si è schierata dalla parte degli operai dicendo: “È ovvio che non è dignitoso per nessuno ricevere un salario essendo al tempo stesso richiesti di rimanere a casa”. Ma, al di là di queste dichiarazioni, l’invito al dialogo è stato l’unico atto del Ministero. Ieri, infatti, la Fornero si era espressa dicendo che, in quanto ministro in uscita, non era nelle sue possibilità un intervento.

 

Redazione online