Federalberghi: inizio 2013 fortemente negativo per il turismo

albergo milano
Il Four Seasons Hotel a Milano (Getty Images)

Dati seriamente preoccupanti per il turismo in Italia giungono da Federalberghi. “Mai si era registrato un inizio d’anno così negativo”, ha denunciato il presidente Bernabò Bocca, a seguito di un’indagine condotta dall’associazione di categoria. A inizio 2013, negli alberghi del nostro Paese crollano le presenze di italiani, a -9,6%, ormai sempre più impoveriti dalla crisi economica, ma si registra un calo anche tra i turisti stranieri: -1,1%. E l’occupazione nel settore ne risente pesantemente, con un crollo del 5,4% dei lavoratori impiegati. I dati si riferiscono al mese di gennaio e sono misurati su base annua, confrontati con quelli del gennaio 2012.

Riguardo ai lavoratori del settore alberghiero, Bocca segnala “una flessione del 4,5% per i lavoratori a tempo indeterminato ed una debàcle del -7% per i lavoratori a tempo determinato“.

Il presidente di Federalberghi ha invitato i politici in corsa per le elezioni ad “una seria riflessione” sul tema e soprattutto all’indicazione di quali misure intendano adottare per risolvere questa grave crisi una volta che fossero eletti.

Per Federalberghi le misure urgenti da prendere sono: “il varo di iniziative promozionali per garantire maggiori flussi turistici, corsie preferenziali di credito per assicurare quella liquidità indispensabile allo svolgimento dell’attività imprenditoriale e misure specifiche sul mercato del lavoro. Il tutto sotto il coordinamento di un ministero del Turismo con portafogli“.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan