Renzi contro Ingroia: vuole far perdere il centrosinistra

Matteo Renzi (Getty Images)

Il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, ha attaccato, durante il suo comizio di ieri a sostegno del centrosinistra, la candidatura alle elezioni politiche del magistrato Antonio Ingroia. Il magistrato che si è presentato con la lista Rivoluzione Civile, sostenuta da Italia dei Valori e Rifondazione Comunista, rischia in fatti di portare via voti alla coalizione guidata dal segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, con il rischio, peraltro, di non entrare in Parlamento dato che tutti i sondaggi danno al partito di Ingroia il 4% circa delle intenzioni di voto, al di sotto della soglia di sbarramento del 5%.

La lista di Ingroia sta cercando non di vincere, ma di far perdere noi“, ha accusato Renzi. “E questo non è accettabile“, ha sottolineato. Il sindaco di Firenze ha messo sul banco degli imputati quella “sinistra radicale che per ragioni di testimonianza ha ridotto il centrosinistra alla sconfitta”. Quello che sta, in pratica, facendo anche Rivoluzione Civile, secondo Renzi, che ha parlato di un “evidente rischio di autogol del centrosinistra“. Inoltre, ha aggiunto il politico del Pd, la lista di Ingroia “non ha alcuna possibilità di andare al governo del Paese.

Sulla candidatura di Ingroia, Matteo Renzi ha poi espresso rammarico per il fatto che “un giudice lasci pro tempore la magistratura, e se non raggiunge il quorum, che succede? – si è chiesto – Torna a fare il giudice? È un meccanismo – ha aggiunto – che mette in discussione anche la terzietà del giudice e la sua imparzialità“.

Sulle elezioni del 24-25 febbraio, Renzi ha concluso che “ogni voto dato a schieramenti lontani dalla possibilità di governare è oggettivamente buttato via“.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan