Mario Monti contro Grillo: “Vada a vedere che succede nelle piazze greche”

Mario Monti (Getty images)

Il presidente del Consiglio, Mario Monti, leader di Scelta Civica, è intervenuto stamattina alla trasmissione di Raiuno, Unomattina, attaccando in maniera diretta il leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo: “Per una volta, vada in una piazza greca anziché nelle piazze italiane e vedrà la disperazione, la protesta e anche piazze piene di neofascisti. Se lui vuole con le sue urla e il suo populismo dannoso trasformarci nella Grecia faccia pure. Io non voglio avere niente a che fare con questo populismo”.

Monti ha ammesso che Beppe Grillo esiste, in quanto “riempie le piazze”, ma deve evitare di dire “sciocchezze che portano la gente ad avere ancora più confusione in testa”. Chiarisce il premier rispetto alle accuse di sudditanza nei confronti dell’Europa: “Io sono riuscito assieme alla tenacia degli italiani a uscire dal disastro finanziario dicendo no all’Europa che voleva darci dei prestiti per salvarci”.

Il premier ha poi parlato del festival di Sanremo, rispondendo alle critiche rivolte alla manifestazione da Berlusconi, che “è sempre simpatico, involontariamente sovversivo e per certe cose ci prende perché il festival di Sanremo è il festival dell’Unità. Ma dell’unità nazionale”. Il leader centrista ha anche attaccato l’ex ministro dell’economia, Giulio Tremonti: “Sono sorpreso che attribuiate credibilità a Tremonti. Avete seguito quel che ha fatto da ministro, e le rumbe e i valzer delle dichiarazioni rilasciate in questi giorni?”.

Infine, l’attacco al centrosinistra: “Se prendiamo il piano di lavoro della Cgil, alla quale Bersani non è insensibile, esso è basato sull’aumento della spesa pubblica, quindi lascia poco margine per abbassare le tasse”.

 

Redazione online