Vicenda carne di cavallo, Tonio Borg: “Sistema di sicurezza alimentare dell’UE è tra i migliori al mondo”

Tonio Borg (Getty Images)

Il Commissario alla Salute dell’Unione europea, Tonio Borg, ha tenuto oggi una conferenza stampa sullo scandalo carne di cavallo che attanaglia il Regno Unito e Irlanda. Borg ha ammesso che ci sono al momento prove evidenti che la carne di cavallo nella catena alimentare era un rischio per la salute.

“Nel momento in cui è stata informata la Commissione europea in merito alla questione, i miei servizi stanno lavorando con le autorità nazionali per capire se la fonte del problema sia adeguatamente identificato e affrontato” – ha dichiarato Borg – “In particolare, stiamo lavorando con le autorità britanniche, francesi, rumene, olandesi, lussemburghesi e abbiamo anche convocato per venerdì prossimo una riunione straordinaria del comitato permanente per la catena alimentare per discutere la questione con tutti gli Stati membri”.

Borg ha quindi aggiunto che “il sistema di sicurezza alimentare dell’UE è tra i migliori al mondo”, per cui “le regole europee in materia di rintracciabilità hanno consentito agli Stati membri di scoprire rapidamente l’origine e la catena di distribuzione dei prodotti contraffatti”.

La portavoce del governo francese, Najat Vallaud-Belkacem, ha intanto riportato le preoccupazioni del presidente François Hollande, che avrebbe oggi detto: “La vicenda è grave rispetto alla fiducia riposta dai consumatori e potenzialmente grave rispetto alle conseguenze sulla filiera francese della carne”.

Intanto, il quotidiano inglese The Guardian, citando fonti vicine al Dipartimento dell’Ambiente britannico e la Food Standards Agency, l’agenzia per i controlli alimentari britannici, getta il pesante sospetto che dietro lo scandalo ci siano anche organizzazioni mafiose italiane e polacche.

 

Redazione online