Varese: tre rumeni evadono dal carcere segando le sbarre

Carcere (Getty Images)

Tre cittadini rumeni, Mikea Victor Sorin, detenuto per sfruttamento della prostituzione, condannato definitivamente a due anni con fine pena giugno 2013, Marius Georgie Bunoro, imputato in attesa di giudizio per furto aggravato, Parpalia Daniel nato nel 1984, imputato in attesa di giudizio per furto aggravato, sono fuggiti la scorsa notte dal carcere di Varese, segando le sbarre della propria cella.

Si tratta, come evidente, di tre detenuti in carcere per reati comuni. A renderlo noto, il segretario nazionale della Uilpa penitenziari Angelo Urso, anche se la notizia è stata poi confermata dai vertici della stessa casa circondariale. L’evasione dei tre è avvenuto secondo uno schema classico, quasi cinematografico: hanno infatti prima segato le sbarre della finestra e poi sono riusciti a calarsi dal muro di cinta utilizzando delle lenzuola annodate tra loro.

A scoprire l’avvenuta evasione sono stati gli agenti della polizia penitenziaria, che nel corso di un notturno controllo di routine non hanno più visto i tre uomini nella loro cella. Sono stati immediatamente predisposti dei posti di blocco lungo le strade che conducono alla vicina frontiera con la Svizzera, perché la possibilità di una fuga all’estero non è da escludere.

 

Redazione online