Apertura delle urne e ultimo Angelus del Papa: l’Italia al bivio

Uomo porta la bandiera italiana (getty images)

Quella di oggi sarà una domenica estremamente particolare e darà il via ad una settimana ancor più importante e significativa. Oggi le urne elettorali sono aperte in tutta Italia e i cittadini sono chiamati a votare per eleggere i rappresentanti jn Parlamento e, quindi, la nuova maggioranza di governo. Ma oggi è anche il giorno dell’ultimo Angelus di papa Benedetto XVI prima delle dimissioni del 28 febbraio.

Insomma, oggi inizia una serie di giornate movimentate per quanto riguarda il panorama della governance, sia essa statale o spirituale.

Le urne elettorali sono aperte da questa mattina e ci si potrà recare a votare, per la giornata di oggi, fino alle 22. Domani apertura alle 7 e chiusura alle 15, orario in cui inizieranno i conteggi delle schede. Oltre che per le elezioni politiche si vota anche per l’elezione dell’amministrazione regionale in Lombardia, Lazio, Molise. Gli aventi diritto al voto in Italia sono  43.071.494 per quanto riguarda il Senato della Repubblica – si tratta quindi dei cittadini che hanno superato i 25 anni – e di 47.011.309 per la Camera dei Deputati.

Dall’estero potranno votare 3.103.887 persone per il Senato e 3.438.670 per la Camera.

La situazione a livello elettorale è quantomeno incerta e un ventaglio ampio di possibilità è aperto. Di certo c’è che la situazione italiana e il risultato delle elezioni è atteso con fremito non solamente in Italia, ma anche all’estero, dove i cittadini dell’eurozona sono interessati al tipo di governo che si darà il nostro paese prevalentemente per ragioni economiche e finanziarie. Il quotidiano inglese The Guardian ha pubblicato oggi un articolo sulla questione delle elezioni italiane, così come fatto da molte altre testate europee e non. Al suo interno si analizza la particolare situazione italiana e definisce un’alleanza tra Bersani e Monti il risultato più gradito dagli analisti politici. Proprio sulla figura di Monti e, ovviamente, su quella del fenomeno Grillo, il The Guardian ha focalizzato la sua disamina.

Ma come dimenticare che oggi il Papa dimissionario si affaccerà dal celeberrimo balcone di Piazza San Pietro e parlerà per l’ultima volta alla folla per l’Angelus domenicale? Tutto questo prima di abbandonare il soglio pontificio e di dare avvio ai lavori del Conclave.

Non ci resta che aspettare e dire: staremo a vedere.

 

Redazione online