Associazioni dei consumatori: “Speculazione sulle assicurazioni auto”

Danno da sinistro automobilistico (Getty Images)

In una dichiarazione congiunta, i presidenti di Federconsumatori e Adusbef, Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, hanno attaccato: “Calano le corse dei taxi? Aumentano le tariffe di oltre il 5%. Calano i consumi della benzina? E naturalmente i prezzi aumentano. Calano i consumi alimentari? Aumentano i prezzi del 3,8%. Cala il numero degli assicurati? Naturalmente aumentano le tariffe delle RC Auto. Sono solo esempi di comportamenti ai limiti della correttezza quando non semplicemente speculativi”.

Secondo le due associazioni, “ancora una volta vengono violate le regole basilari del mercato. Infatti, nonostante la contrazione dei consumi, i prezzi continuano ad aumentare anzichè, coerentemente con le regole di mercato, diminuire”. Denunciano Adusbef e Federconsumatori che questi comportamenti speculativi, nel biennio 2012-2013, avranno ricadute economiche sulle famiglie italiane pari a 3.823 euro.

Sottolineano Rosario Trefiletti, presidente di Federconsumatori, ed Elio Lannutti, presidente di Adusbef, che si tratta solo di esempi “di comportamenti ai limiti della correttezza, quando non semplicemente speculativi” e “rivendicano verifiche, controlli e sanzioni da parte delle istituzioni preposte”.

Concludono Trefiletti e Lannutti: “Oltre a politiche economiche completamente sbagliate, ad aumenti continui delle tasse, questi comportamenti colpiranno, come già nelle nostre previsioni, le famiglieitaliane nel 2013 di ricadute economiche pari a 1.490 euro e nel biennio 2012-2013 addirittura 3.823 euro di diminuzione del potere di acquisto”.

 

Redazione online