Roma: muore in una tentata rapina l’ex Br Giorgio Frau

Auto dei carabinieri (getty images)

Una tentata rapina a un furgone portavalori nel centro di Roma è finita in tragedia questa mattina. Un gruppo di ladri ha infatti provato ad assalire il veicolo blindato mentre questo sostava proprio davanti la Banca Popolare di Sondrio, sita in via Carlo Alberto, ma l’attacco non è andato a buon fine e una sparatoria tra le guardie giurate e i rapinatori ha lasciato un morto e un ferito.

Il deceduto, secondo quanto già riferito dagli inquirenti, risponde al nome di Giorgio Frau ed era tra i malviventi che hanno tentato l’assalto. La morte di Frau ha portato alla ribalta il suo passato di militante “rosso”, membro dell’Unione dei comunisti combattenti e di Lotta Continua. Frau aveva 56 anni ed era entrato a far parte delle Brigate Rosse nel 1982. Dopo un primo arresto e la liberazione, l’uomo era stato nuovamente imprigionato e condannato a una pena detentiva di 21 anni. Era poi uscito di galera per farci nuovamente ritorno nel 2003. L’attività politica militante non era più nelle corde di Frau da un po’ di tempo, ma in compenso si era dedicato ad altri tipi di attività illecita.

Il ferito sarebbe invece un agente delle forze dell’ordine che è stato colpito da alcune pallottole all’altezza di gambe e braccia. Al momento l’uomo è sotto la supervisione e le cure dei medici e pare non sia in pericolo di vita.

Gli altri rapinatori che insieme a Frau hanno dato il via alla vicenda sono riusciti a darsi alla fuga. Ma subito poche ore dopo i Carabinieri sono stati in grado di individuarli e fermandoli, li hanno portati con sé negli uffici competenti.

 

Redazione online