Di Pietro solidale con Grillo: bersagliato dai media come me

Antonio Di Pietro (Getty Images)

L’ex leader dell’Italia dei Valori, Antonio di Pietro, ha espresso la sua solidarietà a Beppe Grillo con una lettera aperta sul proprio blog dal titolo: “Male non fare, paura non avere”. “Caro Beppe, quel che è successo a me, ora sta succedendo a te“, scrive Di Pietro. “La vicenda del Costa Rica fa comprendere quanto il tuo essere libero, e non servo dei poteri forti, faccia paura”, aggiunge l’ex magistrato facendo riferimento all’inchiesta pubblicata nei giorni scorsi dal settimanale L’Espresso sulle società in Costa Rica dell’autista di Grillo, Walter Vezzoli, e di sua cognata. Vicenda peraltro chiarita e ridimensionata da Grillo nel suo blog.

“Su di me, nel corso degli anni, son state raccontate tantissime menzogne”, prosegue Di Pietro. “Mi sono state dedicate non so quante prime pagine che mi hanno visto protagonista di spy story e di investimenti mirabolanti anche all’estero, proprio come sta accadendo adesso a te”; “la storia si ripete e, guarda caso, ad essere colpite sono sempre e solo le persone che, con la schiena dritta, scelgono di stare fuori dal sistema. E’ un sistema malato che si avvale di una parte dell’informazione, quella asservita e piegata a gruppi d’interesse che hanno paura di chi non vuole sottomettersi e, pertanto, sfugge al loro controllo”, scrive ancora Di Pietro. “Visto che io ho già vissuto lo stesso tuo calvario: l’unica soluzione – suggerisce – è quella di far valere le proprie ragioni, davanti all’autorità giudiziaria, rivendicando la propria onestà e chiamando i diffamatori a rispondere delle loro falsità e a risarcire i danni”.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan