M5S: in serata il nome del candidato alla presidenza del Senato

Attivisti del Movimento 5 Stelle (getty images)

I neoeletti al Senato della Repubblica tra le fila del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo sono impegnati in una riunione dalla quale dovrà uscire il nome del candidato del gruppo alla camera del Parlamento Italiano.

Secondo quanto ha annunciato il capogruppo dei 5 Stelle al Senato, Vito Crimi, il nome del candidato sarà reso noto entro le 19 di questa sera. Crimi ha poi sostenuto che il Movimento non intende scendere a patti con il Pd e che la scelta del candidato sarà fatta in completa autonomia, senza badare a trattative con il partito di Pier Luigi Bersani.

Altra notizia diffusa da Vito Crimi è quella per la quale i grillini, in completo atto di fedeltà verso il loro programma e statuto, nel corso della prossima Giunta per le elezioni si esprimeranno in una votazione con cui dichiareranno inammissibile l’inserimento di Berlusconi in Parlamento. Ha detto il capogruppo M5S: “nella Giunta competente voteremo anche l’ineleggibilità di chiunque sia stato condannato in primo grado, così come previsto dalle nostre proposte sul ‘Parlamento pulito”.

Sul web invece, Beppe Grillo e i suoi hanno diffuso una nuova campagna, quella per l’autoriduzione degli stipendi del parlamentari. Si chiama #Bersanifallifirmare ed è rivolta al leader del Partito Democratico perché chieda ai suoi eletti di operare una riduzione dell’indennità parlamentare come quella effettuata dai deputati M5S. Secondo quanto comunicato da Grillo “‘indennità parlamentare del cittadino portavoce del MoVimento 5 Stelle sarà di 5 mila euro lordi mensili, invece di 11.283 euro lordi percepiti da tutti gli altri parlamentari”.

 

Redazione online