Salute: CdM autorizza il metodo Stamina per i pazienti che hanno già avviato le cure

cellule staminali (getty images)

Con un decreto legge straordinario emanato dal Consiglio dei Ministri e proposto dal ministro con delega alla Salute Renato Balduzzi si è stabilito che coloro i quali hanno iniziato a curarsi con il cosiddetto metodo Stamina possono portare avanti la loro terapia. La legittimità delle somministrazioni di cure Stamina era stata messa in discussione per via delle strutture laboratoriali che le aveva avviate, gli Spedali Civili di Brescia.

Stando a quanto stabilito dal decreto e a quanto detto dallo stesso Balduzzi, esiste un “principio etico” per il quale ogni terapia iniziata, a meno che non si siano riscontrate particolari criticità e questa non abbia dato luogo ad effetti collaterali considerabili come pericolosi, va portata a compimento.

Specificando che nelle prossime ore il Consiglio varerà un ulteriore decreto con cui renderà più chiare le norme introdotte oggi, Balduzzi ha fatto sapere che, nonostante questa eccezione, d’ora in avanti per quanto riguarda i “medicinali per terapie avanzate preparati su base non ripetitiva” sarà consentita la somministrazione solamente nelle strutture ospedaliere pubbliche o in istituti autorizzati.

 

Redazione online