Papa Francesco ai giovani: “Basta guerre e corruzioni”

Papa Francesco (Getty Images)

Papa Francesco nell’omelia della messa delle Domenica delle Palme ha lanciato  un forte forte grido sul del rischio che si ceda allo scoraggiamento: “Per favore non lasciatevi rubare la speranza!”. . “In questo momento viene il diavolo mascherato da angelo e tante volte insidiosamente ci dice la sua parola. Non ascoltiamolo, seguiamo Gesù”.
“Guardiamoci intorno: quante ferite il male infligge all’umanità!. Guerre, violenze, conflitti economici che colpiscono chi è più debole, sete di denaro, di potere, corruzione, divisioni, crimini contro la vita umana e contro il creato. La nostra gioa non nasce dal possesso delle cose”. “Non dobbiamo credere al Maligno che ci dice: non puoi fare nulla contro la violenza, la corruzione, l’ingiustizia, contro i tuoi peccati! Non dobbiamo mai abituarci al male!”, una esortazione rivolta soprattutto ai moltissimi giovani presenti in piazza.

E ai giovani ha dato un appuntamento per luglio, confermando così la sua presenza alla Giornata mondiale della Gioventù: “Guardo con gioia al prossimo luglio, a Rio de Janeiro. Vi do appuntamento – ha detto il Papa – in quella grande città del Brasile. Preparatevi bene, soprattutto spiritualmente nelle vostre comunità, perchè quell’incontro sia un segno di fede per il mondo intero”.

Il discorso di papa Francesco in una piazza San Pietro gremita con i fedeli che continuano ad arrivare: si sono formate code per entrare nella piazza in tutti gli accessi e anche via della Conciliazione, divisa in tre corsie con le transenne, è completamente.

Redazione Online