Serbia: il 24 marzo 1999 iniziarono i bombardamenti della Nato su Belgrado. 2500 civili uccisi

Serbia (Getty images)

Ricorre oggi il 14° anniversario dell’inizio dei bombardamenti della Nato su Belgrado e tutta la Serbia. L’attacco, durò 11 settimane e uccise 2.500 civili e vide la partecipazione dell’aviazione italiana.

Slobodan Milosevic, il 24 marzo del ’99,  si rifiutò di firmare un piano di pace, sponsorizzato dalla comunità internazionale per il Kosovo e  la Nato quindi ordinò il bombardamento.

La stessa Nato mandò via l’esercito serbo dal Kosovo dove i serbi erano accusati di perseguitare la maggioranza albanese.I n quei mesi di bombardamenti persero la vita 2.500 civili, di cui 89 erano bambini e oltre 12.500 persone rimasero ferite. In Kosovo, dichiaratosi indipendente nel febbraio del 2008, ci sono ancora nel paese dei peacekeepers internazionali.

Redazione online