Ferrari: “Errori da non ripetere, ma siamo ottimisti”

Fernando Alonso (Getty Images)

All’indomani del Gran Premio di Malesia, in casa Ferrari si fa il punto della situazione, provando ad analizzare il potenziale della nuova F138 cercando di dimenticare il prima possibile quanto successo ad Alonso. Certo, l’errore commesso dal pilota spagnolo è stato già abbondantemente commentato ed etichettato come “una doccia fredda, ispirata dalla consapevolezza di avere un mezzo competitivo”. Tuttavia, uno sbaglio “non deve nascondere gli aspetti positivi. Certi errori non devono ripetersi ma non devono cancellare quanto di buono si è visto. La Rossa ha mostrato la sua forza: un team unito e una vettura competitiva”, riporta “La Gazzetta dello Sport”.

Valutando gli aspetti più tecnici, la scuderia di Maranello si è mostrata ottimista per le prossime prove da affrontare: “Sul giro secco, c’è ancora del terreno da recuperare, in particolare rispetto alla Red Bull ma anche nei confronti della Mercedes, ma è sul passo di gara che la Rossa ha mostrato la sua forza. Lo si è visto anche ieri pomeriggio, quando Felipe Massa ha montato le gomme da asciutto: alla nona tornata il ritardo del brasiliano dal leader della gara, Mark Webber, era di 22″627: quello alla fine dal vincitore Sebastian Vettel era di tre secondi superiore (25″648). Per 47 giri il passo di Felipe è stato all’altezza dei migliori”, ha concluso la Ferrari.

 

Redazione Online