Corea del Nord: per Putin, “Chernobyl potrebbe sembrare una favola per bambini”

Vladimir Putin (Getty Images)

In visita ad Hannover, nel suo secondo giorno di incontri con i leader europei, il presidente russo Vladimir Putin ha evocato il “rischio” di una nuova catastrofe nucleare simile a quella di Chernobyl, avvenuta nel 1986, sottolineando come questo rischio sia reale a causa delle minacce della Corea del Nord.

Ha detto ancora Putin: “Non è certo un segreto, siamo preoccupati dell’escalation nella penisola coreana, un nostro vicino. Se, Dio non voglia, accadesse qualcosa, la Chernobyl che tutti conosciamo potrebbe sembrare una favola per bambini al confronto”.

Poi lo”zar” ha aggiunto: “Penso che il rischio atomico ci sia, e invito tutti alla calma. A iniziare a risolvere i problemi che si sono accumulati in tanti anni sedendosi a un tavolo, negoziando. Dovremmo tutti ringraziare la leadership americana per aver rinviato un test missilistico già programmato. Spero che i nostri partner nordcoreani lo notino, che ne traggano certe conclusioni, che tutti si calmino e che si cerchi di lavorare insieme per sciogliere questa situazione”.

Da parte sua, la cancelliera tedesca Angela Merkel, al fianco di Putin nel corso della conferenza stampa svoltasi ad Hannover, ha garantito che Germania e Russia sono “molto unite” sulla situazione nordcoreana e occorre andare avanti sulla strada del “dialogo”, mostrando la “determinazione” della comunità internazionale, rispetto alla quale la Nord Corea “deve rispettare gli impegni”. La Merkel ha infine sottolineato come, in questa fase, un apporto determinante per uscire dalla crisi diplomatica possa essere dato proprio dai governi cinese e russo.

 

Redazione online