Tecnologia e Spending Review. Per Microsoft l’Italia potrebbe risparmiare 2,9 miliardi

Il logo Microsoft (Getty Images)

Secondo uno studio condotto da Microsoft Italia nel nostro Paese sarebbe possibile risparmiare molto se solo si utilizzasse in maniera consona la tecnologia attualmente disponibile. 2,9 miliardi: questa la cifra – cospicua se si pensa che solo 1 miliardo basterebbe all’Italia per rifinanziare gli ammortizzatori sociali e salvare il Paese da una possibile catastrofe occupazionale –  ipotizzata da Microsoft.

1.381 euro l’anno per ogni dipendente sarebbero i soldi che, secondo la corporation americana, la Pubblica Amministrazione potrebbe evitare di spendere se utilizzasse al meglio gli strumenti tecnologici. In primis il settore da implementare sarebbe quello della comunicazione digitale, un ambito che ridurrebbe della spesa che viene effettuata all’interno del comparto pubblico per meeting, telecomunicazioni e controllo efficienza. Solo utilizzando la comunicazione digitale integrata (nel suo complesso di servizi per la messaggistica e per la web conferencing) si risparmierebbero 947 milioni di euro annui.

“In uno scenario di Spending Review in cui l’obiettivo pervasivo è quello di ottimizzare la spesa pubblica senza sacrificare la qualità dei servizi, la digitalizzazione della PA rappresenta una priorità non più procrastinabile, poiché consente in tempi brevi di ridurre i costi di funzionamento dell’apparato burocratico, di migliorare le performance dei dipendenti all’insegna di processi smart e di semplificare le relazioni con cittadini e imprese”, ha detto Rita Tenan di Microsoft Italia a Il sole 24 Ore.

 

Redazione online