Mubarak a Il Cairo per processo sui giorni della Primavera Araba. Giudice si dimette

Hosni Mubarak (Getty Images)

E’ tornato alla corte per essere sottoposto a processo l’ex dittatore egiziano Hosni Mubarak. Il tiranno, malato e rinchiuso in carcere per ragioni di custodia in vista della sentenza processuale, è stato condotto al tribunale de Il Cairo tramite  elicottero.

Alcune fotografie, dopo quelle dell’anno scorso nelle quali lo si vedeva presenziare al processo steso sulla propria brandina ospedaliera, lo ritraggono mentre viene spostato nei corridoi del tribunale con in dosso una tuta bianca e a bordo di una barella.

Mubarak deve essere giudicato davanti al tribunale de Il Cairo per aver utilizzato la forza nei giorni della Primavera Araba ed aver ucciso attivisti e cittadini che in Egitto protestavano per la democrazia. L’ex tiranno egiziano è imputato dai giudici per aver ammazzato circa 800 persone durante i giorni delle rivolta del Nord Africa.

Mubarak ha 84 anni e le sue condizioni di salute sembrano essere molto gravi. Tanto gravi che, addirittura, lo scorso anno si ipotizzata la sua morte.

All’inizio del processo si è verificato però un colpo di scena. Il presidente della corte che doveva giudicare l’ex rais, Mustafa Hassan Abdallah, ha deciso di dimettersi dal proprio incarico. Il presidente ha giustificato il suo atto dicendo di sentirsi imbarazzato ad esprimere una sentenza sulla questione. Il processo si è così concluso con un rinvio e lo stesso Mubaak, sempre sulla sua barella, ha abbandonato l’aula. Il caso sarà rinviato alla Corte d’Appello che dovrà indicare un nuovo giudice.

Redazione online