Arrestato il boss della ‘ndrangheta Sebastiano Strangio

Volante polizia

La polizia ha arrestato in Piemonte il boss della ‘ndrangheta Sebastiano Strangio, 38 anni, latitante dal 2007. L’operazione è stata condotta congiuntamente dagli agenti della squadra mobile di Reggio Calabria e di Alessandria, coordinati dal servizio centrale operativo della polizia.

Sebastiano Strangio, originario del comune della locride di San Luca, in provincia di Reggio Calabria, è fratello di Maria, che fu uccisa il giorno di Natale del 2006. Maria Strangio era sposata a Giovanni Nirta, che era il vero obiettivo dell’agguato omicida. L’episodio riaprì la cosiddetta faida di San Luca tra le famiglie della ‘ndrangheta dei Nirta-Strangio e dei Pelle-Vottari che risale al 1991, iniziata con un banale lancio di uova per uno scherzo di carnevale. La faida culminò nella strage di Duisburg, il 15 agosto del 2007, che scosse la Germania con la brutale uccisione a colpi di arma da fuoco di sei appartenenti alla cosca dei Vottari nel ristorante presso cui lavoravano nella città tedesca. La strage fu opera dei componenti della cosca dei Nirta-Strangio.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan