Città di Castello: altra scossa sismica di 3.6 gradi

Terremoto (Getty Images)

C’è paura nell’area tra il Montefeltro e l’Umbria per una serie di scosse di terremoto di media intensità registrate nelle ultime ore. Il primo balzo dei sismografi si è avuto sabato scorso, quando in corso di mattinata, alle 9.57 una scossa pari a 3.6 gradi si è fatta sentire tra le Marche e i territori dell’Umbria settentrionale, solo pochi chilometri più a nord rispetto alle zone che nel 1997 furono messe in ginocchio da uno sciame sismico di una certa importanza. Alla scossa principale, sabato mattina erano seguite due scosse minori, entrambe di 2.5 gradi.

La seconda scossa si è avuta nel corso di questa notte. Anche questa pari a 3.6 gradi della scala Richter, l’epicentro è stato nei dintorni di Città di Castello. Altri comuni interessati e localizzati nei pressi della zona clou sono Monterchi e Monte Santa Maria Tiberina.

A Città di Castello il sindaco si è attrezzato ed ha allestito rapidamente una struttura in corrispondenza della palestra comunale per permettere a tutti coloro che erano spaventati e non volevano dormire a casa..

 

Redazione online