Madrid, conferenza stampa Letta-Rajoy: “Unione bancaria e lotta alla disoccupazione giovanile obiettivi comuni”

L'incontro tra Mariano Rajoy ed Enrico Letta (Getty Images)

Si è tenuta poco fa a Madrid la conferenza stampa congiunta tra il premier italiano, Enrico Letta, e il suo omologo spagnolo, Mariano Rajoy. Quest’ultimo ha esordito esprimendo “speciale soddisfazione per essere qui con Enrico Letta”. Rajoy ha poi espresso “cordoglio per la morte di Giulio Andreotti”.

Ha detto il premier spagnolo che “Letta è un amico della Spagna, per essere stato presidente della sezione italiana del Forum Italia-Spagna”, congratulandosi poi per “aver riunito forze politiche opposte, ponendo fine a un periodo di incertezze”. Necessarie, secondo Rajoy, “stabilità politica e crescita sostenuta”, “riforme che non sono più un’opzione, ma garantiscono il nostro modello sociale”.

Priorità devono essere, ha detto ancora Rajoy, l’unione bancaria, quella fiscale e quella politica, che “devono avanzare celermente”. Il premier spagnolo ritiene poi “sbagliato il dibattito crescita-austerità” e che occorre “proporre strumenti per la crescita e per l’occupazione, lavorando in stretta collaborazione”.

Letta ha sottolineato le priorità del vertice europeo di giugno, ritenuto “importante sia per l’unione bancaria, sia per il contrasto alla disoccupazione giovanile”. In questo senso, “l’Italia confida in misure concrete a livello europeo e nazionale. Occorrono perciò risposte per evitare l’esplosione di una crisi sociale”.

Ha detto ancora Letta: “Un governo può essere vincente se il cittadino vede l’Europa come portatrice di notizie positive”. In conclusione, una battuta calcistica: “E’ un errore contrastare la Germania. Il vertice europeo non è la gara di ritorno di una partita di Champions League”.

Redazione online