Macerie ad Aleppo, Siria (TAUSEEF MUSTAFA/AFP/Getty Images)

Secondo quanto sostiene Al Jazeera, quattro caschi blu dell’Onu sarebbero trattenuti in queste ore nella parte israeliana delle alture del Golan, al confine con la Siria. Non si conoscono ulteriori particolari sulla vicenda.

Fonti governative siriane citate in forma anonima da Russia Today, intanto, sostengono che Israele avrebbe usato proiettili con uranio impoverito nel raid di sabato che ha colpito un centro di ricerca militare a nord di Damasco. Prosegue la fonte: “L’esplosione ha creato un enorme fungo di fuoco color oro, segno che sono stati usati proiettili con uranio impoverito. Scopo del raid un obiettivo più politico che militare: è stato un ultimatum contro di noi”.

Fonti militari israeliani, al contrario, hanno fatto sapere che un nuovo colpo di mortaio, sparato dalla Siria, è caduto nei territori delle alture del Golan, senza provocare danni.

Redazione online