Inter, acquisti e cessioni: ecco la rifondazione neroazzurra

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:11
Andrea Stramaccioni (getty images)

 

Con l’Europa League ormai svanita, in casa Inter cominciano le grandi manovre per la costruzione della squadra per il prossimo anno. Sarà una rosa ristretta quella della squadra affidata a Stramaccioni, visto che la mancanza di coppe europee non richiede il bisogno di avere tanti giocatori. Uno come Rocchi, per esempio, non verrà confermato, lo sarebbe stato solo in caso di qualificazione europea. Ma non solo. Due come Silvestre e Cassano verranno ceduti, cercando possibilmente di darli via a titolo definitivo. 5 acquisti sono già stati portati a termine: Campagnaro, Andreolli, Laxalt, Botta (infortunato) e Icardi. A questi verranno aggiunti un laterale destro, un centrale di centrocampo, una/due punte esterne e forse un interno. Punti fermi? Handanovic, Kovacic, Juan Jesus, Palacio, Icardi e probabilmente Guarin e Ranocchia. Più, ovviamente, Cambiasso e Zanetti, i reduci della vecchia guardia, col Capitano che tornerà in campo fra qualche mese. Altri appunti sparsi. Samuel, contratto in scadenza, non rinnoverà, Chivu potrebbe anche lasciare, Gargano, Mudingayi e Obi rimarranno come alternative, così come Kuzmanovic, Schelotto non ha convinto e potrebbe partire, mentre Pereira rimarrà, con lui anche Nagatomo. Acquisti: si parla di Fernando del Porto, Gomez del Catania, Bonaventura dell’Atalanta, Menez del Pg, Cerci della Fiorentina, Peruzzi del Velez, Sanchez del Barcellona, Modric del Real Madrid, Markovic del Partizan Belgrado e Montoya del Barcellona.

Marco Orrù