Terrore a Milano: aggredisce i passanti a colpi di piccone, un morto

Un uomo armato di piccone ha seminato il terrore per le vie di Milano aggredendo le persone che si trovava davanti. Quella che in un primo tempo era parsa l’aggressione di un folle è stato poi accertato essere una violenza a scopo di rapina.

Un uomo di quarant’anni è stato colpito alla testa ed è deceduto in ospedale, nella clinica Città Studi, mentre altri due feriti sono ricoverati in gravi condizioni. Si tratta di un ragazzo di 19 anni colpito più volte alla schiena mentre cercava di scappare dall’aggressore e un uomo di 64 anni colpito alla testa, è gravissimo. Altre due persone sono state colpite dall’uomo con il piccone, ma sono state ferite in modo più lieve.

Le aggressioni sono avvenute questa mattina intorno alle 6.30, tutte in zona Niguarda e a poca distanza l’una dall’altra. Per fortuna a quell’ora c’erano poche persone in strada. L’uomo di quarant’anni che poi è deceduto in ospedale è stato aggredito in piazza Belloveso, dove era seduto ai tavolini di un bar. L’anziano di 64 anni è stato il primo ad essere colpito, in via Adratico; mentre il ragazzo ferito alla schiena è stato aggredito in via Monte Rotondo, mentre rientrava in casa dopo aver accompagnato il padre al lavoro.

L’aggressore è un ghanese di 21 anni, di cui ancora non si conoscono le generalità. L’uomo era in stato confusionale quando è stato fermato dai carabinieri. Si è poi venuto a sapere che si tratta di un immigrato irregolare e con precedenti penali per rapina, furto, resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo era già stato foto-segnalato nel 2011, in Puglia, e gli era stata intimata l’espulsione.

Redazione