Coronavirus, nuovi casi in Arabia Saudita. Preoccupazioni sulla diffusione a livello mondiale

Paziente ricoverato per coronavirus, Arabia Saudita (Getty images)

Dagli ultimi casi accertati in Arabia Saudita e in Francia, crescono le preoccupazioni sulla diffusione del nuovo Coronavirus, un virus simile a quello della Sars che provoca polmonite e a volte insufficienza renale.
Stando a quanto ha reso noto l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sembrerebbe che questo nuovo virus possa essere trasmesso tra le persone in stretto contatto: “La preoccupazione maggiore è il fatto che i diversi focolai in diversi paesi dimostrano sempre più l’ipotesi che quando vi è uno stretto contatto, questo nuovo virus si può trasmettere da persona a persona- scrive l’Oms. Questo modello di trasmissione fra persone è rimasto limitato ad alcuni piccoli gruppi e, finora, non ci sono prove che suggeriscano che il virus ha la capacità di sostenere la trasmissione generalizzata nelle comunità”.

Il coronavirus fino ad oggi ha colpito prevalentemente l’Arabia Saudita dove il Ministero della Sanità di Riyadh ha fatto sapere che i pazienti colpiti dal virus sono saliti a 28, di cui 15 morti. Mentre tra i quattro nuovi contagi, accertati nella provincia orientale, uno dei pazienti sarebbe già stato dimesso. Intanto, esperti provenienti dagli Stati Uniti e Canada stanno fornendo la loro assistenza all’Arabia Saudita.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità al momento si contano 38 casi, con 18 decessi, in tutto il mondo.
Preoccupazioni tra la popolazione in Francia dove si contano due persone affette, con condizioni che si aggravano di ora in ora. Un allarme che l’Oms cerca di contenere invitando i cittadini francesi alla calma: “Ci sono stati solo pochi casi finora… Le possibilità che qualcuno rimanga contagiato sono davvero minime”, ha comunicato il portavoce Oms, Gregory Hartl.

Redazione