Russia: donna kamikaze si fa esplodere a Makhachkala. 11 feriti

Attentato a Makhachkala (getty images)

Una donna kamikaze si è fatta esplodere questa mattina a Makhachkala, un capoluogo provinciale della regione russa di Dagestan. Secondo quanto si apprende dalle fonti giornalistiche locali e da un’agenzia diffusa da Associated Press, l’esplosione sarebbe avvenuta nella piazza principale della cittadina e si contano 11 persone, tra agenti di polizia e civili, tra i feriti.

Non è ancora stata presentata alcuna rivendicazione per l’attentato alle autorità locali, ma si pensa che il fatto sia collegato agli episodi di violenza e di terrorismo di matrice islamica che hanno creato vari problemi alla regione in seguito alle guerre separatiste condotte nella vicina Cecenia.

La figura della “donna kamikaze” non è estranea al contesto del sud della Russia e sembra che sia identificata dai locali con un nome particolare. Le donne che si fanno esplodere a fini eversivi sono chiamate “vedove nere” e vengono associate a soggetti femminili che hanno perso il marito o un parente negli scontri tra militanti e forze armate ufficiali.

 

Redazione online