Francia, militare accoltellato: prosegue la ricerca dell’aggressore

Luogo aggressione militare francese, 25 maggio 2013 (Getty images)

Un gesto di emulazione rispetto a quanto è accaduto a Londra. E’ la tesi sostenuta dalle autorità francese commentando l’aggressione di ieri, avvenuta nel quartiere parigino La Défense, dove un militare, di 23 anni, che era di pattuglia, è stato accoltellato.

La pista di un’atto terroristico lascia spazio ad un’azione isolata: “L’aggressore voleva uccidere un militare per il fatto che era un militare”, ha commentato il ministro della Difesa Jean-Yves Le Drian. Fortunatamente, la vittima, ricoverata in ospedale, non sarebbe in pericolo di vita.
Ma intanto, sul caso è stato coinvolto un magistrato anti terrorismo. Mentre la polizia antiterrorismo francese è ancora alla ricerca dell’uomo, le autorità stanno esaminando le immagini di alcune telecamere di sorveglianza disposte nell’area.

Il presidente Francois Hollande in visita ufficiale ad Addis Abeba, ha commentando ieri l’accaduto sottolineando che non vi è alcun collegamento tra l’incidente di Parigi e la recente uccisione del militare britannico a Londra: ” A questo stadio, nessun legame è stabilito con l’uccisione del soldato britannico, ma dobbiamo considerare tutte le ipotesi”, afferma Hollande che spiega che “al momento non si conoscono le condizioni e le esatte circostanze e nemmeno la personalità dell’aggressore, ma dobbiamo considerare tutte le ipotesi, senza tralasciarne una”.

Leggi anche:

Parigi: uomo tenta di sgozzare un soldato in pieno centro