Fondi Regione Lazio: Franco Fiorito condannato a 3 anni e 4 mesi

L'ex capogruppo del Pdl Lazio, Francio Fiorito, mentre viene arrestato dalla Guardia di Finanza (screenshot SkyTg24)

L’ex capogruppo del Pdl alla Regione Lazio, Franco Fiorito, è stato condannato a tre anni e quattro mesi di reclusione e all’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni per l’utilizzo per scopi personali dei fondi pubblici destinati al suo gruppo consiliare in regione. Fiorito è stato condannato dal gup di Roma con rito abbreviato per il reato di peculato. Il Pubblico ministero aveva chiesto per lui una condanna a cinque anni di reclusione.

Fiorito si è appropriato di oltre un milione di euro dei fondi del gruppo regionale del Pdl.

Due ex capi della segreteria di Fiorito, Bruno Galassi e Pierluigi Boschi, hanno patteggiato la condanna rispettivamente a un anno e 5 mesi ed a un anno e due mesi.

Non mi occuperò più di politica, “quei soldi non li ho rubati”, è stato il primo commento di Fiorito dopo la condanna. L’ex capogruppo del Pdl ha ribadito: “Quei soldi mi sono stati assegnati tramite delibera. Non li ho rubati, per questa vicenda ho fatto fin troppo carcere”. “Abbiamo dimostrato documenti alla mano, di non aver commesso alcun peculato – ha aggiunto -. Speriamo che la sentenza venga ribaltata in appello“. Quindi Fiorito ha detto che si metterà a fare il filantropo.

L’ex capogruppo del Pdl alla Regione Lazio è tornato in libertà lo scorso 28 marzo, dopo oltre 5 mesi tra carcerazione preventiva e domiciliare. Alcune settimane fa ha siglato un accordo con la Corte dei Conti di Roma per la restituzione alla Regione di un milione e 90 mila euro.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan