Germania. Il governo si lamenta per la presenza di profughi con buonuscita provenienti dall’Italia

Profughi (getty images)

Secondo un articolo pubblicato dalla testata Die Welt il Ministero dell’Interno tedesco avrebbe effettuato alcuni reclami in relazione alla presenza di migranti africani provenienti dal territorio italiano. Il quotidiano ha riportato sulle sue pagine lo scritto che il governo federale avrebbe inviato alle autorità territoriali che si occupano di accogliere i profughi per informarli del fatto che l’Italia si sarebbe fatta carico di una buonuscita pari a 500 euro pro capite per invitare i migranti a proseguire il loro percorso verso la Germania.

“Cittadini di Paesi terzi (esterni all’Ue, ndr), secondo quanto da loro dichiarato, hanno ottenuto 500 euro dalle autorità italiane per lasciare volontariamente i centri di accoglienza in via di chiusura”, questa parte della missiva inviata dal Ministero.

I migranti interessati sarebbero alcuni profughi dell’Emergenza nord Africa approdati sulle coste della penisola italiana successivamente allo scoppio della crisi politica della Primavera Araba. A chiusura dell’Emergenza – quando cioè le autorità italiane hanno bloccato gli aiuti nei confronti dei rifugiati presenti sul territorio nazionale – molti di questi si sarebbero spostati verso il nord Europa e, in particolare, verso Amburgo.

Da parte del governo tedesco non ci sarebbe stata quindi alcuna apertura a recepire i profughi, tanto che il ministro agli Affari Sociali, Detlef Scheele, ha voluto specificare che, al contrario di quanto succede in Italia, i rifugiati non hanno alcuna possibilità di integrarsi nel tessuto sociale tedesco e non possono trovare lavoro. Questo lo ha portato ad aggiungere che “sarebbe irresponsabile incentivare false attese, il ritorno è l’unica opzione”.

 

Redazione online