Scosse di terremoto nella notte in Emilia Romagna e in Calabria

terremoto sisma
Sismografo (getty images)

A poche ore dall’anniversario della seconda scossa di terremoto che il 29 maggio 2012 devastò l’Emilia Romagna e alcune zone di confine tra Veneto e Lombardia, la terra ha ripreso a tremare, la notte scorsa, in Pianura Padana, tra le province di Reggio Emilia, Modena e Mantova. Stando alle rilevazioni dell’Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia), alle ore 3:49 si è verificata una scossa di magnitudo 2.9 sulla scala Richter, con epicentro vicino ai comuni di Fabbrico, Reggiolo, Rio Saliceto e Rolo in provincia di Reggio Emilia, di quello modenese di Novi e dei comuni di Gonzaga e Moglia, in provincia di Mantova. Il sisma ha avuto una profondità di 5 chilometri. Non sono stati segnalati danni a persone né a cose.

Sempre nella notte, un’altra scossa di terremoto si è verificata questa volta in Calabria, nel Cosentino, dove alle 2:30 è stato registrato un sisma di magnitudo 3.0. La scossa è avvenuta vicino ai comuni di Corigliano Calabro, San Cosmo Albanese, San Demetrio Corone, San Giorgio Albanese e Vaccarizzo Albanese, ad una profondità di 25,5 chilometri. Sempre secondo le rilevazioni dell’Ingv. Anche in questo caso non si hanno notizie di danni a persone o cose.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan